Rivelatori puntiformi indirizzati

Caratteristiche tecniche

•Tutti i rivelatori con segnalazioni Ottico/Acustiche integrate possono essere utilizzati solo con il loop
esserbus®-PLus.
• Questi dispositivi non sono utilizzabili con la centrale di spegnimento serie 8010 e con la centrale rivelazione incendio 8008.
• A richiesta è possibile la fornitura con colori diversi dal colore bianco.

Serie IQ8Quad con segnalatori di allarme: rivelatori puntiformi indirizzati serie IQ8Quad con segnalazioni Ottico/Acustiche integrate

I Rivelatori puntiformi indirizzati serie IQ8Quad sono disponibili anche nella versione con segnalatori Ottico/Acustici integrati.
Questi dispositivi integrati sono utilizzabili con le centrali di rivelazione incendio ESSER serie 8000, Serie IQ8 Control e Serie FlexES Control. Dispongono di tutte le tecnologie di rivelazione avanzate dei rivelatori serie IQ8Quad con, in aggiunta, la presenza di dispositivi Ottico/Acustici integrati a bordo sensore. La componente ottica è di tipo lampeggiante e può fornire solo una segnalazione di tipo VID, mentre la segnalazione acustica può essere tramite tono oppure tramite annuncio vocale. In entrambi i casi le segnalazioni acustiche sono certificate in accordo alla normativa EN 54-3.

Rivelatori…ma non solo

La soluzione con dispositivi di segnalazione Ottico/Acustica integrata produce diversi vantaggi sotto vari punti di vista:
• Distribuzione delle segnalazioni in modo efficiente: le segnalazioni possono essere visibili ed udibili anche al centro stanza e non solo posizionate sulle pareti come normalmente accade;
• Semplicità di installazione: riduzione del cablaggio e dei tempi di installazione necessari per la realizzazione dell’impianto;
• Costi ridotti: l’utilizzo di un singolo dispositivo riduce i costi di acquisto dei prodotti rendendo il sistema più economico, pur mantenendo le prestazioni di alto livello;
• Semplicità di manutenzione: riduce i tempi di manutenzione del sistema con conseguente riduzione di costi;
• Consumi ridotti: i dispositivi Ottici/Acustici non necessitano di interfacce aggiuntive per la connessione al bus esserbus® ed i consumi risultano contenuti. L’alimentazione, inoltre, proviene direttamente dal loop e non è necessaria un’alimentazione ausiliaria. Ciò si traduce anche in un numero ridotto di batterie, necessarie al funzionamento del sistema per fornire l’adeguata autonomia in caso di assenza di rete primaria.

Richiedi informazioni
torna al menu

Rivelatori puntiformi indirizzati

Caratteristiche tecniche

• Velocità dell’aria: 0 m/s … 25.4 m/s
• Temperatura di stoccaggio: -25 °C … 75 °C
• Umidà dell’aria: <95 %
• Grado di protezione: IP 40 estendibile ad IP43
• Materiale: ABS
• Colore: bianco, simile a RAL 9010
• Peso: circa 110 g
• Dimensioni: Ø 117 mm A: 49 mm (62 mm base inclusa).

Rivelatori puntiformi indirizzati serie IQ8Quad

I rivelatori puntiformi indirizzati serie IQ8Quad sono rivelatori incendio utilizzabili con le centrali di rivelazione incendio ESSER serie 8000, Serie IQ8 Control e Serie FlexES Control. I rivelatori sono dotati di tecnologie di ultima generazione, in grado di rilevare il fumo, il calore e il gas generato dalla combustione. Tale tecnologie possono essere presenti singolarmente oppure combinate tra loro elevando al massimo il grado di affidabilità della rivelazione e riducendo al minimo il rischio di falsi allarmi.
La declinazione nelle varie combinazioni, permette una rivelazione precoce dell’incendio e al tempo stesso una riduzione di falsi allarmi causati da eventuali cause di disturbo come polvere, umidità, e variazione anomale di temperatura.
Importante, quindi, è la scelta corretta del rivelatore, in base al luogo di installazione ed all’eventuale elemento scatenante.
Si pensi, ad esempio, all’installazione di un rivelatore puntiforme in un’area con elevata presenza di umidità. La scelta più comune potrebbe essere l’utilizzo di un rivelatore termico, il quale, essendo più lento in termini di intervento, assicura una riduzione dei falsi allarmi.
L’utilizzo di un eventuale sensore di fumo con ridotta o pressoché nulla probabilità di falsi allarmi sarebbe la scelta migliore. In tal caso la serie IQ8Quad offre soluzioni idonee ad applicazioni speciali, grazie alla tecnologia multi sensore. Per questa specifica applicazione, infatti, il rivelatore combinato di fumo e gas oppure il rivelatore con doppio sensore ottico, potrebbero essere due valide alternative. Nel caso di utilizzo del sensore ottico combinato con il sensore di gas, il principio di funzionamento assicura che il rivelatore generi l’allarme incendio se e solo se sussiste la presenza combinata di fumo e di gas generato dalla combustione. Non esiste in natura, infatti, nessun incendio con assenza di gas di combustione. In questo caso solo se il rivelatore rileva la contemporanea presenza di gas e fumo genera l’allarme. La sola segnalazione di allarme incendio dovuta alla componente ottica potrebbe essere generata dalle particelle di umidità che, per il principio di funzionamento di un rivelatore di fumo, potrebbe essere fonte ingannevole.
Una valida alternativa è l’utilizzo di rivelatori con doppio sensore ottico, in grado di rilevare anche le dimensioni delle particelle che causano l’eventuale disturbo. Grazie a questa discriminante è possibile valutare se la causa scatenante è dovuta a particelle generate dalla combustione o
particelle generate da disturbi ambientali.

Richiedi informazioni
torna al menu

Rivelatori puntiformi indirizzati

Serie IQ8Quad per aree Ex

I dispositivi di rivelazione incendio a sicurezza intrinseca sono definiti come “sistemi incapaci di rilasciare energia elettrica o termica sufficiente per innescare l’accensione di una specifica miscela in atmosfera pericolosa, sia in condizioni normali che in condizioni anomale”. Ciò significa che i dispositivi ed i cablaggi del sistema devono operare utilizzando energia elettrica e termica al di sotto del livello
a cui una scintilla sarebbe in grado di innescare un’esplosione nell’ambiente in cui è presente il dispositivo stesso.
Esempi di applicazione sono le raffinerie di petrolio, piattaforme petrolifere, depositi di farina.
I dispositivi per aree a rischio di esplosione di ESSER possono essere collegati direttamente al loop esserbus®, con un proprio indirizzo, oppure essere connessi mediante moduli di interfaccia qualora vengano utilizzati dispositivi di tipo convenzionale. Oltre ai rivelatori puntiformi sono disponibili anche rivelatori speciali e pulsanti manuale, per creare un sistema a sicurezza intrinseca completo.
Tutti i rivelatori a sicurezza intrinseca serie IQ8Quad devono essere utilizzati con una specifica base (cod. 805590) eccetto per i rivelatori certificati FM che devono utilizzare la base con codice 805590.IN
Per l’utilizzo dei dispositivi in zona 1 e zona 2 è possibile la connessione di tipo indirizzabile o convenzionale, nel rispetto dei seguenti criteri/logiche:
• Sistema Indirizzato: utilizzo di singolo dispositivo collegato a barriera intrinseca codice 804744
• Sistema Convenzionale: utilizzo di più dispositivi collegati a barriera intrinseca codice 764744
La barriera intrinseca permette di separare l’area Ex dall’area intrinsecamente sicura e deve essere
posizionata nell’area intrinsecamente sicura.

Richiedi informazioni
torna al menu

Rivelatori puntiformi convenzionali

Rivelatori puntiformi convenzionali serie ES Detect

I rivelatori puntiformi convenzionali serie ES Detect sono rivelatori incendio utilizzabili con le centrali di rivelazione incendio convenzionali ESSER serie ES Line. I rivelatori sono dotati di tecnologie di ultima generazione, in grado di rilevare fumo e calore generati dalla combustione. Tale tecnologie possono essere presenti singolarmente oppure combinate tra loro elevando al massimo il grado di affidabilità della rivelazione e riducendo al minimo il rischio di falsi allarmi.
La declinazione nelle varie combinazioni, permette una rivelazione precoce dell’incendio e al tempo stesso una riduzione di falsi allarmi causati da eventuali cause di disturbo come polvere, umidità, e variazione anomale di temperatura.

Caratteristiche tecniche

• Fino a 30 rivelatori per zona collegabili alle centrali convenzionali ES Line
• Disponibili nelle tecnologie Ottiche, Termiche di massima e differenziali
• Sensori a tecnologie combinate
• Immunità ai disturbi di tipo elettromagnetico
• Compensazione elettronica della deriva a causa di difficili situazioni ambientali
• Monitoraggio continuo dell’elettronica e della CPU interna
• Algoritmi sperimentali per escludere eventuali falsi allarmi
• Contatori interni per valutare il numero di ore di funzionamento di guasti e di allarmi
• LED per identificare lo stato di allarme e/o identificazione del rivelatore in manutenzione
• Ampia gamma di accessori

Richiedi informazioni

REFERENZE

Enti pubblici, industrie, grande distribuzione, hotels, banche sono ambiti di intervento dei nostri lavori. Di seguito troverai alcuni esempi dei nostri progetti realizzati.

vedi tutte

Modulo di richiesta informazioni

Ho preso visione degli aggiornamenti relativi alla privacy & legal:
Acconsento al trattamento dei dati

Contatti

  • Via Svezia, n.1
    35020 Ponte San Nicolò
    Padova, ITALIA – E.U.
  • +39 049 8968196
  • info@sisma.tv

Rimani informato

iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le nostri aggiornamenti